Primo piano


21.6.2017 - Ci hanno salutato così, con questo cartellone colorato, i 10 giovani filippini che abbiamo ospitato per 15 giorni a Palermo per il progetto Act as youth leader. Sono stati giorni intensi, di lavoro, collaborazione, conoscenza e anche svago. L’obiettivo del progetto è di migliorare la comunicazione tra i giovani filippini e gli amministratori locali, fare in modo che i giovani diventino protagonisti attivi del proprio territorio. E di esempi di partecipazione attiva, in Sicilia, ne abbiamo davvero tanti. In questi giorni abbiamo scelto alcune realtà locali da mostrare agli amici filippini. Oltre alla visita istituzionale nella sede dell’Assemblea Regionale Siciliana, a Palermo i ragazzi hanno visitato il Consorzio Arca, incubatore di impresa dell’Università di Palermo, l’associazione Uniamoci onlus che da anni lavora nel quartiere Brancaccio di Palermo per favorire l’integrazione di adulti e ragazzi disabili, e ancora il Centro Tao, nel quartiere Zisa, che ogni giorno coinvolge grandi e piccoli in attività ludiche e formative, e anche la Cultural Farm di Favara, un centro di arte e cultura nato rivalutando dei vecchi cortili di Favara, ad Agrigento. 
Grazie alla conoscenza di questi esempi diretti, ma anche all’aiuto dei formatori che hanno accompagnato i partecipanti in questa esperienza, i 10 giovani filippini avranno adesso il compito di realizzare 10 progetti nelle loro città e prepararsi alla prossima tappa di Act as youth leader dal 27 novembre al 2 dicembre in Belgio. 
Oltre all’associazione per la Mobilitazione sociale onlus il progetto coinvolge l’Unione degli Assessorati in Italia, BTG Philippinese YSDA Pilipinas nelle Filippine e Mediter nel Belgio, ed è realizzato nell’ambito del programma Erasmus Plus - K2.





05.06.2017 - Continuano gli appuntamenti con la comunità della parrocchia Maria SS. delle Grazie di Corleone. Questa settimana, infatti, è previsto un doppio incontro dedicato al tema del web e rivolto ai genitori e ai ragazzi. 
Mercoledì 7 giugno, alle ore 21:00, il presidente dell’associazione per la Mobilitazione Sociale onlus, Marco Marchese, parlerà alle famiglie delle opportunità ma anche dei pericoli di internet. Oggi i più piccoli sono sempre connessi a un mondo che spesso per le mamme e i papà è ancora sconosciuto. 
Venerdì 9 giugno, sempre alle 21:00, l’incontro sarà rivolto ai ragazzi e sarà dedicato al tema del bullismo e del cyberbullismo, fenomeni che con le nuove tecnologie hanno trovato il modo di diffondersi fino a spettacolarizzare forme di violenza fisica e verbale tra pari che spesso mettono a rischio il benessere di bambini, adolescenti, giovani. 
Ancora una volta torniamo a Corleone per continuare un percorso già avviato negli anni scorsi con una comunità che vuole incontrarsi, conoscere, informarsi, agire per prevenire. 



di SALVATORE ALAGNA e FRANCESCO BOSCIA

1.6.2017 - Quest’anno stiamo partecipando al progetto Act as youth leader che ha l’obiettivo di migliorare la comunicazione tra i giovani filippini e gli amministratori locali. In occasione di questa iniziativa, lo scorso mese di marzo abbiamo avuto l’onore e il piacere di volare, per la prima volta, fuori dall’Europa, a Manila, mentre lunedì saremo noi a ospitare per 15 giorni un gruppo di 10 giovani filippini. Lavoreremo insieme, e saremo anche impegnati in incontri istituzionali e non, come ad esempio all’Assemblea Regionale Siciliana o alla Cultural Farm di Favara. Li accompagneremo a conoscere la nostra isola con le sue bellezze e criticità.   

A Manila abbiamo partecipato a una conferenza internazionale all’università di Santo Tomás, dove abbiamo spiegato il nostro contributo al progetto e presentato alcuni dei progetti condotti in questi 13 anni dall’associazione per la Mobilitazione Sociale onlus in Italia e Europa. Abbiamo avuto il piacere di incontrare l’onorevole Giovanna V. Fontanila, direttrice del dipartimento di Affari Pubblici dell’Univeristà di Santo Tomás, così come l’Ambasciatore italiano nelle Filippine,Massimo Roscigno, e tanti altri leader e personalità ispiratrici. Abbiamo incontrato anche diverse associazioni Filippine, tra tutte i rappresentanti dell’UNESCO club che hanno reso possibile l’evento spendendo tempo ed energie. È stato davvero bello vedere così tanti giovani interessati e partecipi a questo evento, vedere come cercavano di parlare qualche minuto con noi per sapere di più del nostro lavoro e delle nostre esperienze.

Da Manila ci siamo spostati all’isola di Bohol nel sud delle Filippine, nella capitale Tagbilaran; qui si è svolto il training di 7 giorni con più di 50 partecipanti provenienti da ogni parte delle Filippine: dialetti differenti, culture differenti ma la stessa passione e dedizione al lavoro da parte di ognuno di loro. Ho ascoltato diverse esperienze e cercato quando possibile di conoscere poco più di ognuno di loro, tutti accomunati dalla grande voglia di cambiamento e di crescita personale.

Il training si è concentrato sulle tematiche ritenute critiche nelle Filippine dagli stessi partecipanti, e attraverso le stesse abbiamo svolto attività di progettazione, workshop, lavori individuali e tanto altro, il tutto sempre completato da un tocco di originalità che ognuno di loro ha portato nel  training! Soprattutto nei lavori di gruppo hanno facilmente recepito il nostro modo di lavorare e mi hanno davvero stupito per la loro creatività. Abbiamo cercato di sfruttare questa esperienza nel miglior modo possibile, per dare a ognuno dei giovani filippini, partecipanti e youth workers, nuovi strumenti che potranno usare nei loro lavori futuri; al tempo stesso noi, in questa prima esperienza, abbiamo imparato tantissimo da loro.

Posso con certezza affermare che la serietà con cui i ragazzi hanno affrontato le tematiche sono davvero andate oltre le mie aspettative, e adesso ci prepariamo per dare il benvenuto ai 10 giovani filippini selezionati per il Job Shadowing qui a Palermo, consapevole che il loro entusiasmo sarà anche più grande di quello visto nel training!

Oltre all’associazione per la Mobilitazione sociale onlus il progetto coinvolge l’Unione degli Assessorati in Italia, BTG Philippinese YSDA Pilipinas nelle Filippine e Mediter nel Belgio, ed è realizzato nell’ambito del programma Erasmus Plus - K2.



24.5.2017 - Quanto sono informati i giovani sulla sessualità? Le notizie che possiedono sono attendibili? Se hanno un dubbio o una curiosità, con chi ne parlano?  Di questo e tanto altro si discuterà mercoledì 31 maggio dalle 11:30 alle 13:30 presso l’istituto Di Vincenti di Bisacquino (via Salerno, 55) che ospiterà l’evento conclusivo del progetto “Lo strano gioco dell’amore” realizzato dall’associazione di volontariato Zoom e dall’associazione per la Mobilitazione Sociale onlus con il contributo dell’assessorato regionale della Salute e la collaborazione dell’Asp di Palermo, distretto 40, e la scuola. 
Nel corso dell’incontro saranno presentate le attività del progetto durante il quale i ragazzi hanno parlato di educazione sessuale e affettiva attraverso il gioco. Inoltre saranno presentati i risultati della ricerca “le conoscenze dei giovani sulla sessualità e gli atteggiamenti rispetto all’educazione sessuale” realizzata nell’ambito dell’iniziativa.  

16.5.2017 - Se esistesse un foglietto illustrativo con scritto “Cosa fare in caso di…” probabilmente tutti i genitori lo vorrebbero avere per sapere come comportarsi durante le fasi della crescita dei propri figli. Cosa fare se non vogliono mangiare, se prendono dei brutti voti a scuola, se tornano a casa tardi la sera, se si chiudono in camera e vogliono stare sempre soli. I casi sono tanti e non esiste una ricetta unica per comprendere quello che passa per la testa dei più piccoli, però esistono degli ingredienti fondamentali per educare in famiglia come a scuola. Ed è di questo che parlerà il presidente dell’associazione per la Mobilitazione Sociale onlus, Marco Marchese, autore del libro “Basta poco” (Wordmage Edizioni) giovedì 18 maggio, alle ore 18, presso l’associazione La Porta del Sole, in via Pergusa, 13 a San Cataldo. Un appuntamento dedicato a mamme e papà, nonni, insegnanti, operatori sociali, a tutti coloro che vivono e lavorano con bambini e ragazzi. Un appuntamento organizzato per parlare di educazione, famiglia, emozioni, per conoscersi e confrontarsi sull’educazione dei giovani. 

Il libro “Basta poco” è una piccola raccolta di esperienze e riflessioni sul mondo dell’educazione che prende spunto dalle attività realizzate dall’associazione per la Mobilitazione Sociale onlus in oltre 10 anni di impegno. Attraverso la vendita del libro, che ha un costo di soli 10 euro, l’AMS sostiene l’organizzazione degli incontri di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale nelle scuole. Basta poco può essere acquistato nel corso degli eventi di presentazione, inviando una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , attraverso il sito della casa editrice (clicca qui), oppure attraverso altri bookshop online. 





Oggi puoi sostenere il sociale con un libro!

Scopri come!



Amici e Partner  



     

   


  


   




 


Copyright © 2009 Associazione per la Mobilitazione Sociale Onlus - c.f. 97190210829. Tutti i diritti riservati.

Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information